Seleziona una pagina
Alessandro Mattia

Alessandro Mattia

In questo mese abbiamo incontrato diversi designers e oggi abbiamo il piacere di ospitare, qui alla corte del Creativity Portal, uno dei designer più promettenti e interessanti sul panorama nazionale. Lui si chiama Alessandro Mattia ed è un talento cristallino che ci ha colpito molto per la sua bravura.

Alessandro ha conseguito la laurea magistrale in Design del Prodotto presso il Politecnico di Milano e tre anni più tardi, nel 2011, ha fondato Sapiens Design, uno studio che si occupa di progettazione in vari ambiti, dal disegno industriale alla comunicazione. Siamo, tra l’altro, sensibilmente colpiti dalla sua idea di progettazione e design che considera come una vera e propria responsabilità sociale orientata a temi dell’ecosostenibilità e dell’eticità. Insomma siamo molto curiosi di scambiare quattro chiacchiere con lui!

Creativity Portal: Ciao Alessandro, è un onore averti tra noi e ti ringraziamo per la tua disponibilità. La prima domanda, come consueto, è dedicata alla tua sfera più personale. Chi sei? Cosa fai? Perché? Dove?

Alessandro Mattia: Ciao a tutti, mi chiamo Alessandro Mattia e sono un designer. Dopo aver conseguito nel 2008 la laurea magistrale in Industrial Design presso il Politecnico di Milano, ho intrapreso svariate “avventure” lavorative. Queste mi hanno permesso di esplorare diversi ambiti della progettazione, dalla grafica al web, alla modellazione 3d, e di instaurare numerose collaborazioni dapprima nell’ambito web/comunicazione e successivamente nell’affascinante mondo del design di prodotto. Attualmente vivo e lavoro nei pressi di Milano.

chiocciola

Chiocciola

Creativity Portal: Come scritto in sede di presentazione, ci ha colpito molto ciò che hai scritto nella tua scheda che vede la progettazione una sorta di responsabilità sociale. I temi della sostenibilità, in effetti, sono oggi temi sensibili, forti, imprescindibili. E’ ammirevole pensare che la nuova generazione dei designers di oggi e che saranno gli artefici del mondo di domani, abbiano a cuore tali aspetti. Che approccio hai rispetto a questa vera e propria mission? Parlacene un po’.

Alessandro Mattia: Credo che il tema della sostenibilità stia influendo in maniera determinante sul design contemporaneo, proprio grazie alle nuove generazioni di progettisti che sono cresciuti nella consapevolezza che le azioni di oggi influiscono in modo determinante sul mondo di domani. Oggi il ciclo di vita medio dei prodotti, soprattutto in ambito consumer, si è notevolmente accorciato, tanto che in alcuni settori assistiamo ad un ricambio generazionale delle merci quasi paragonabile ai cicli stagionali seguiti dalla moda. In questo scenario il designer ha, secondo me, il compito ed il dovere di fornire risposte sostenibili conciliando le pressanti esigenze del mercato con la consapevolezza dei risvolti ambientali, ma anche di senso e di significato dei propri elaborati, per dare vita ad un linguaggio progettuale articolato e complesso in grado di rapportarsi armonicamente con il mondo di domani.

Questa è, a mio parere, una delle sfide più interessanti e coinvolgenti (e allo stesso tempo più necessarie) per il design contemporaneo.

Sapiens Design

Sapiens Design – http://www.sapiensdesign.it/

Creativity Portal: Dopo la laurea al politecnico di Milano in design del prodotto, hai fondato lo studio: “Sapiens Design”. Un progetto che ci è piaciuto molto e a cui collabora anche Gloria Gianatti esperta  in communication design.  Da questo mix di competenze e esperienze, Sapiens Design si occupa di design, comunicazione e web. Come è nata l’idea di fondare uno studio professionale? Quali sono i valori fondanti della tua idea imprenditoriale?

Alessandro Mattia: Mi considero una persona molto curiosa e per questo ho cercato di espandere i confini del mio lavoro con l’intento di esplorare territori sempre nuovi e stimolanti. Questo è il principio da cui è nato Sapiens Design (www.sapiensdsign.it), uno studio in cui portare avanti un’idea di design fortemente personale.

Come dicevi, la Sapiens Design si occupa di vari ambiti della progettazione: quello che li accomuna è per noi l’approccio basato su un metodo di lavoro che concilia tecnica e creatività attraverso processi di sintesi e valorizzazione dei dettagli. Questo ci permette di sviluppare il progetto attorno agli elementi cruciali, in modo tale da rispondere efficacemente alle domande del cliente e del mercato.

Creativity Portal: Lo stile è quello che piace a noi. Essenziale. La comunicazione è improntata alla chiarezza e alla semplicità. Il progetto di Design Sapiens è ben confezionato e non a caso, pur nascendo e vivendo in periodo di crisi, gode di diverse collaborazioni in Italia e all’estero. Ciò denota l’eleganza e la coerenza dei tuoi valori correttamente trasmessi alla tua idea imprenditoriale. Quali sono, tipicamente, i clienti a cui lo studio si rivolge? E quali sono i punti di forza del tuo progetto?

Alessandro Mattia: Il nostro portfolio clienti è molto eterogeneo. Per quanto riguarda la comunicazione abbiamo sviluppato collaborazioni in vari ambiti: abbiamo realizzato diversi portali di informazioni medico-scientifica, siti web per attività commerciali e stiamo gestendo la comunicazione aziendale in diversi settori. I punti di forza del nostro metodo di lavoro sono, come hai giustamente notato, la semplificazione, la chiarezza e l’attenzione ai dettagli, elementi che mescolati ad una buona dose di creatività ripagano il cliente con lavori mirati ed efficaci.

amod-

Amodì

Creativity Portal: Il design di prodotto, su tua stessa ammissione, è il tuo grande amore. E’ l’ambito in cui ti sei formato e verso il quale riponi le maggiori dosi di passione e energia. Abbiamo dato una occhiata ai tuoi lavori e adesso cercheremo di conoscerli meglio. Iniziamo da “Amodì”. Un progetto che ci è piaciuto molto e che ci fornisce l’assist per ammirare la “funzionalità” nel design dei tuoi prodotti. Parlacene un po’.

Alessandro Mattia: Amodì è un sistema modulare studiato per arredare l’area living, nel quale convivono gli elementi che definiscono la mia idea di design: flessibilità ed adattabilità di utilizzo, semplificazione di forme e componenti, valorizzazione dei materiali. E’ composto da una struttura in legno sulla quale si innestano, in diverse posizioni, degli elementi in metallo. Questo dà la possibilità di configurare diversi spazi e soluzioni contenitive, rendendo Amodì un sistema in grado di rispondere pienamente all’esigenza di multifunzionalità degli spazi abitativi contemporanei.

one-two-tree

One Two Tree

Creativity Portal: All’insegna dell’innovazione e del grande stile è il progetto “one two tree”. Grazie a questo lavoro hai vinto il concorso internazionale di design “formabilihouse” indetto da Formabilio nel Marzo del 2015. Parlaci di questo lavoro!

Alessandro Mattia: Si tratta di una serie di tre vasi di diversi formati in cui le forme organiche della natura, ricondotte all’essenziale, fungono da pretesto per dare vita a tre oggetti in cui legno e ceramica dialogano in un gioco di possibili configurazioni. Nasce con l’intento di creare un oggetto iconico, espressivo e nello stesso tempo versatile, in grado di stimolare molteplici occasioni d’uso, permettendo allo stesso oggetto di assolvere la funzione di vaso, contenitore o portaoggetti.

tubina

Tubina

Creativity Portal: E’ piaciuto molto il progetto: “Tubina”, una sedia rivestita in tessuto e con struttura tubolare. Anche in questo caso il progetto, nel suo minimalismo, è elegante  e moderno senza pregiudicare la “funzionalità” che in questo caso è il comfort. Parlaci di questo progetto.

Alessandro Mattia:  Tubina è una sedia dalle linee essenziali e pulite. L’idea è quella di utilizzare un tubolare sottile per enfatizzare la leggerezza della struttura,  creando la seduta a sbalzo che si appoggia sulla parte posteriore. I rivestimenti imbottiti in tessuto per seduta e schienale sono facilmente indossabili, come un tubino appunto, e strizzano l’occhio alla moda facendo di Tubina un arredo funzionale, maneggevole e personalizzabile.

bia

Bia

Creativity Portal: Mentre, uno degli ultimi progetti pubblicati su Archilovers, è “Bia”. Un bel lavoro, e un manifesto nell’ambito del design essenziale (quello che come avrai capito preferiamo). Parlaci di questa tua ultima novità

Alessandro Mattia: In questa sedia ho rielaborato linee e forme organiche, semplificandole per creare una seduta colorata ed accogliente, capace di riscaldare con simpatia gli ambienti, pur mantenendo uno stile sobrio e funzionale.

Melavì - Sito web e comunicazione realizzati dallo studio Sapiens Design

Melavì – Sito web e comunicazione
realizzati dallo studio Sapiens Design

Creativity Portal: Anche nell’ambito della Comunicazione e del Web, i lavori svolti sono in linea con i tuoi valori. Grafiche accattivanti, moderne, mai pacchiane e sempre pulite e ben organizzate. Il repertorio comprende progetti di brand identity piuttosto riusciti. Quanto è difficile interpretare le idee dei vostri clienti e tradurle in progetti di brand identity senza venir meno alle loro richieste?

Alessandro Mattia: Spostandoci di nuovo sulla comunicazione, i nostri progetti cercano di distinguersi per pulizia e chiarezza. Una delle fasi più importanti è quella di sintesi, spogliare il progetto dagli elementi  sovrastrutturali, facendone emergere l’anima  e valorizzando i concetti davvero importanti. Il processo creativo si innesca sempre dopo una fase di brief, durante la quale collaboriamo a stretto contatto con il cliente per definire i punti essenziali del lavoro. Operando in ambiti così diversificati, è molto importante comprendere fin da subito le diverse peculiarità e necessità di ogni cliente, per instaurare una discussione costruttiva e far emergere spunti ed idee da sviluppare.

Creativity Portal: L’ultima domanda, Alessandro, come sempre è rivolta al futuro. E quando si parla di futuro non si può non pensare agli obiettivi e alle ambizioni del tuo progetto aziendale e agli sviluppi della tua carriera professionale. Quali saranno i tuoi prossimi obiettivi? E verso quali ambiti dirigerai il tuo interesse?

Alessandro Mattia: Per quanto riguarda il futuro la mia attenzione si concentrerà sempre più sul design di prodotto, privilegiando il settore arredo. Ho a disposizione un discreto portfolio di progetti, tutti accomunati da uno stile riconoscibile, originalità ed innovazione. Sono alla ricerca di aziende interessate a discutere della loro prototipazione e realizzazione, nella speranza di poter innescare nuove e stimolanti collaborazioni.

Creativity Portal: Concludiamo questo piacevolissimo incontro con Alessandro con una delle sue stesse frasi. “Un buon design nasce dall’equilibrio tra forma, funzione, tecnica e linguaggio. Guardare il mondo ogni giorno con occhi nuovi permette di scorgere sensazioni, emozioni e soluzioni anche nel più piccolo dettaglio.” Non abbiamo nient’altro da aggiungere. 😉

La redazione

Da sempre attratto sia da discipline artistiche che tecniche, ho conseguito nel 2008 la laurea megistrale in Design del Prodotto presso il Politecnico di Milano. Nel 2011 ho fondato Sapiens Design (www.sapiensdesign.it), studio che si occupa di progettazione in vari ambiti, dal disegno industriale alla comunicazione. Per me il buon design nasce dal connubio tra forma, funzione, tecnica e linguaggio. Considero la progettazione un atto di responsabilità sociale, e questo mi spinge ad approcciarla in modo etico e sostenibile, osservando il mondo con curiosità per scoprire sensazioni, emozioni e soluzioni anche nel più piccolo dettaglio.

Alessandro Mattia

Design di prodotto, Packaging design, Progettazione Web, Progettazione grafica., Sapiens Design Web Site

Gallery Lavori

Qui in basso una breve gallery dei lavori di Alessandro

Please follow and like us:

Condividi!