Seleziona una pagina
Luana Marchese

Luana Marchese

“Mi piace cambiare la realtà con la mia immaginazione!”

Non potremmo trovare parole più belle per aprire la nostra rubrica #iocreativo e cominciare la nostra chiacchierata per raccontare la creativa di oggi. La frase è di Luana Marchese e racchiude al suo interno tutto quello che è lo spirito dell’essere creativo: La voglia di cambiare e rendere migliore la realtà con le proprie idee, la propria genialità e il proprio lavoro.
Luana è una giovane Illustratrice e Designer di origini meridionali che è nata e vive a Magenta (cittadina alle porte di Milano) ed ha studiato all’Accademia di belle arti di Brera laureandosi con lode in Product Designer. Ci ha da subito colpito per la chiarezza delle sue idee e per la capacità inventiva. Abbiamo trovato a dir poco meraviglioso il suo Mondo creativo ricco di spunti e invenzioni geniali che strizzano l’occhio all’ecosostenibilità. Diamo subito il benvenuto a Luana Marchese e buona lettura dell’#iocreativo di oggi.

 

L'incastro perfetto

L’incastro perfetto

Creativity Portal: Ciao Luana, siamo lieti di averti con noi e curiosissimi di scoprire insieme i tuoi lavori. Come sempre, parlaci un po’ di te. Chi sei? Cosa fai? Dove e perché?

Luana Marchese: Ciao! Innanzitutto grazie per l’intervista. Sono Luana, ho 26 anni e come già avete anticipato voi, sono nata e vivo a Magenta, ma ho forti origini siciliane. Sono molto affezionata a questa terra, al mare e al sapore della genuinità. Adoro visitare mostre, leggere, viaggiare e conoscere realtà e culture diverse, mi nutro di cioccolata fondente e tisane. Mi occupo di Design, Grafica e Illustrazione. Mi piace l’arte in tutti i suoi aspetti e nei miei lavori cerco sempre di rappresentare qualcosa di fresco, semplice ma funzionale, offrire una nuova prospettiva e guadare la realtà con occhio diverso.

 

 

Disegnami Vol.5

Disegnami Vol.5

Creativity Portal: “L’arte è ricerca continua, assimilazione delle esperienze passate, aggiunta di esperienze nuove, nella forma, nel contenuto, nella materia, nella tecnica, nei mezzi.”Hai utilizzato questa citazione di Bruno Munari per raccontare la tua visione del Design. Ci piacerebbe che ci raccontassi come interpreti tu l’Arte e cos’è per te fonte d’ispirazione.

Luana Marchese:  L’ispirazione può nascere da qualsiasi cosa, dalla natura, da una frase di una poesia o canzone, da piccole parentesi quotidiane, ma anche dagli “errori” che uno commette mentre sta eseguendo qualcosa; può subentrare una nuova idea, una nuova visione e stravolgere il progetto iniziale. La sperimentazione è fondamentale nel processo creativo, ma tiene sempre conto di punti fermi; di ciò che è già stato fatto (..assimilazione di esperienze passate..) e di ciò che si può fare, con le nuove tecniche e i nuovi mezzi a disposizione. Per questo la citazione di Munari è potentissima, perché racchiude in poche parole il senso dell’arte ma anche del Design. L’arte dunque, per me, è il risultato di un processo creativo sperimentale, che non deve solo estetico ma portatore di emotività o funzionale nel caso del Design.

 

Disegnami Vol. 5

Disegnami Vol. 5

Creativity Portal: Le illustrazioni “Disegnami” sono a dir poco geniali! Un Jimi Hendrix con i capelli di biscotto, M&M che diventano semafori e palline da biliardo, spicchi d’aglio che si trasformano in corna di tori o becchi di uccelli, sono solo alcune delle tante idee della collezione. Una delle cose che immediatamente ci ha folgorato è l’estrema semplicità ma nello stesso tempo la grande fantasia che sprizza dai tuoi lavori. Come ti è venuto in mente di coniugare cibo e oggetti di uso quotidiano fondendoli e facendoli rinascere con una nuova vita e con un nuovo significato?

Luana Marchese: Ti ringrazio per i complimenti, le illustrazioni di “Disegnami” sono nate quasi due anni fa. Tutto mi è venuto in mente sperimentando, un po’ per gioco, un po’ per caso e i disegni si sono mano a mano evoluti nel tempo. In queste illustrazioni l’oggetto cambia funzione: diventa parte integrante del disegno. E’ sostanzialmente un’opera di de contestualizzazione dell’oggetto o cibo che viene utilizzato. E’ una ricerca continua di interazione tra realtà con fantasia in un’unica opera e portare alla luce un nuovo punto di vista. Da qui la frase che avete citato all’inizio “I like change the reality with my immagination”, modificare la realtà con la mia immaginazione, diventato uno dei mood delle mie creazioni.

 

Disegnami

Disegnami

Creativity Portal: Rimanendo sempre sulla tua opera “Disegnami” (che è arrivata al Volume 5, non sbagliamo vero?), raccontaci come si è evoluto nel tempo il tuo stile e se ci sono stati cambiamenti sostanziali e tecnici nel modo di disegnare e portare alla luce queste illustrazioni.

Luana Marchese: Sì esatto! Disegnami è arrivata al Vol. 5 e sto per pubblicare il Vol. 6, fino adesso ho eseguito quasi 300 illustrazioni. Ma appunto il mio stile si è evoluto nel tempo, ho iniziato a scarabocchiare piccoli disegni con graffette, puntine, forcine, cannucce e piano piano i disegni sono diventati sempre più complessi, fino ad arrivare all’utilizzo non solo oggetti di grandi dimensioni, ma anche cibo. Nelle ultime creazioni emerge molto un aspetto “digital”, i disegni diventano grafiche che interagiscono con l’oggetto.

 

 

EasyEating2

EasyEating

Creativity Portal: La tua bravura come illustratrice è sotto gli occhi di tutti, ma a livello di Design non sei da meno. La tua borsa “EASYEATING” è funzionale ed anche molto fashion :) Spiegaci che cos’è EasyEating, quelle che sono le sue funzioni e come sei arrivata a sviluppare il prototipo.

Luana Marchese: Evoluzione della “schiscetta” o gavetta militare, EasyEating è progettato per risolvere la pausa pranzo del lavoratore o studente. É una borsa dotata di contenito­ri termici modulari per alimenti e bevande, assemblabili tra loro nel­la quantità e tipologia più desiderabile. I contenitori mantengono per 6-8 ore il freddo o il calore del cibo (da frigo o cottura) senza uso di elementi chimici o apparecchiatu­re elettroniche, ma grazie esclusivamente ai materiali di isolamento all’interno dei contenitori. Nel vassoio che opera è accessoriato di posate e condimenti. Il rivestimento della borsa una volta smontato si trasforma in tovaglietta, è lavabile ed è costituito da materiali di recupero e/o riciclo con motivi grafici differenti. Esternamente è intercambiabile a seconda del gusto, moda, umore e tempo. È un prodotto pratico, personalizzabile, attento alla moda ma anche all’ecologia. EasyEating è stato esposto durante il fuorisalone nel distretto di ZonaSant’ambrogio.

 

Dressy

Dressy

Creativity Portal: Sei molto giovane ma hai già portato a termine progetti interessanti che hanno avuto una buona risonanza mediatica. Uno di questi, DRESSY l’abbiamo visto sulla rivista “STYLE Piccoli” del “Corriere della sera” (Anno 7-n°5-Settembre-Ottobre 2014). Che cos’è Dressy e come ti è venuto in mente?

Luana Marchese: Dressy è un abat jour da tavolo progettata e prototipata nell’autunno del 2013. È l’esempio di come due diversi materiali, stoffa e legno, possono convivere e interagire. E’ stato presentato al fuorisalone del 2014 nel distretto di ZonaSant’Ambrogio con un notevole riscontro da parte del pubblico e di alcune riviste tra cui STYLE Piccoli. La struttura portante, che incorpora una luce led, è in legno massello (sostituito al frassino del prototipo) ed è rivestita sostanzialmente da un cappello di riuso che può essere personalizzato (nel mio caso ho cucito personalmente due bottoni cercando di ricordare un piccolo animaletto). La particolarità di Dressy è quella di poterlo adattare in qualsiasi ambiente grazie all’intercambiabilità del berretto di rivestimento che può essere cambiato sia per una questione estetica ma anche pratica. L’obbiettivo è stato quello di creare un oggetto funzionale unito a un piacere estetico ironico e creativo.

 

Wally Consolle

Wally Consolle

Creativity Portal: La tua “Wally console” potrebbe essere tranquillamente utilizzata nelle università per spiegare il principio del “Less is More”. Hai progettato e pensato “Wally console” facendo perno su questo principio? Parlaci di Wally.

Luana Marchese: In realtà il mio pensiero di Design (e non solo) si basa sul principio di “Less is More”; cerco sempre di portare a galla una semplicità progettuale e Wally consolle è stato proprio pensato sulla base di questo. L’arte di ridurre l’eccesso, risparmiare e ridimensionare non solo dal punto di vista economico ma anche consumistico. Eliminare significa fare spazio, fisico ma anche mentale ed emotivo. Wally console è una consolle da parete costituita da 5 elementi assemblabili tra loro per incastro. Facile da montare e smontare, è un piccolo soprammobile da living per gli amanti del minimal.

 

INTERIOR Carrara appartament

INTERIOR Carrara appartament

Creativity Portal: I quattro elementi naturali: Acqua, Terra, Aria, Fuoco, sono diventati il fulcro di un progetto di ristrutturazione di un appartamento sul quale hai lavorato insieme al designer Luca Nicosia. Luana, questa idea di base ci è molto piaciuta, ti andrebbe di raccontarci i particolari di questa esperienza lavorativa?

Luana Marchese: Luca è un mio carissimo amico, lui si occupa di Design e d’interni, collaborare con lui è stato davvero molto interessante e gratificante. A questo progetto abbiamo voluto dare un significato e una visione poetica al nostro intervento cercando di rispettare le richieste del committente. In particolare veniva richiesto l’inserimento di un camino nella zona living, di una creazione di un secondo bagno e di una stanza/studio. Dato che quindi l’appartamento doveva essere dedicato per molta parte all’accoglienza dei clienti, siamo partiti da una visione filosofica di casa, cercando un approccio poetico ma anche funzionale. Così abbiamo pensato ai 4 elementi principali in natura: acqua (riservato alla zona bagno), aria (rappresentato dall’ampio terrazzo, dalle camere e studio), terra (caratterizzato dal terrario che esce da una parete della cucina con forme sinuose e morbide, portando la “natura” all’interno della stanza) e il fuoco (contraddistinto dal camino, fulcro centrale della casa inserito nella zona living). I quattro elementi non sono a sé, ma interagiscono tra loro, creando un vero e proprio percorso dei sensi determinando una sinergia tra gli ambienti. Il risultato è stato un ambiente accogliente e originale. Abbiamo pensato a un’idea di casa da condividere, bio ma anche innovativa.

 

branding Easy Eating

branding Easy Eating

Creativity Portal: Ci siamo tuffati e abbiamo navigato insieme a te nella parte della tua creatività pura ed estremamente fantasiosa. Nel tuo portfolio abbiamo visto i tuoi lavori, ammirato le tue opere. A volte le richieste dei committenti sono molto rigide e, in alcuni casi, sembrano limitare la creatività. Nel tuo caso che esperienze sono state?

Luana Marchese:  No, assolutamente, ho applicato la mia creatività dove era necessario e mi veniva espressamente richiesto, mentre ho seguito delle direttive creative per determinati lavori grafici dove indubbiamente c’era poco spazio alla creatività personale perché bisognava rimanere coerenti con il Brand e le sue declinazioni. I committenti per cui ho avuto modo di lavorare sono stati diversi e diverso è stato anche l’approccio lavorativo. C’è chi predilige e accoglie positivamente la creatività personale del grafico, altri invece si aspettano dall’artista un lavoro già predefinito da loro. Questo mi ha permesso di mettermi in gioco, di dosare la creatività e conoscere realtà diverse. Diciamo che è una parte del mio lavoro che prendo sempre come sfida.

 

Ecomeals : Business Card

Ecomeals : Business Card

Creativity Portal: Luana, con qualità creative come le tue sicuramente saranno tanti i progetti che vorrai e starai già sviluppando. Concludendo la nostra intervista ci piacerebbe che ci raccontassi quali sono i tuoi obiettivi e le tue aspirazioni per il futuro.

Luana Marchese: Se penso al mio futuro professionale vorrei fare un lavoro che mi piace, mi soddisfi e mi stimoli creativamente. So’ perfettamente che il periodo storico per chi intraprende questa strada è pieno di ostacoli, ma io cerco sempre di prendere tutto come una sfida. Voglio fare del mio meglio e migliorarmi. Mi piacerebbe fare esperienze che mi aiutino a crescere professionalmente perché anche se ho una mia identità creativa non si finisce mai di imparare. Lavorare e collaborare con grandi realtà aziendali sarebbe molto bello. Il mio obbiettivo resta sicuramente quello di sperimentare, collaborare, di non pormi limiti e continuare a progettare e disegnare non solo per me stessa ma anche per gli altri.

 

Creativity Portal: Grazie mille Luana, per il tuo tempo e per averci dato l’opportunità di conoscerti meglio attraverso la creatività dei tuoi lavori. È una gioia poter ospitare nel nostro portale professionisti che come te esaltano il genio italiano. A presto con la prossima intervista di #iocreativo.

 

Intervista a cura di Piero Ceramella, La redazione.

 

 

Luana Marchese nasce a Magenta, una piccola città alle porte di Milano. Inizia i suoi studi artistici presso il liceo artisco “Felice Casorati” a Novara e proseguono presso l’Accademia di Belle Arti di Torino laureandosi in Progettazione Artistica per l’Impresa.  Il suo percorso formativo termina presso l’Accademia di Belle Arti di Brera, dove nel Novembre 2013 consegue la laurea con 110e lode in Product Design. Nei suoi lavori spicca un forte interesse verso la sperimentazione di nuovi materiali e dei loro accostamenti, senza trascurare l’aspetto ecologico e del riciclo.E’ attiva anche nel mondo della grafica e illustrazione; ha collaborato con importanti brand come Adidas, Fiat, Botinero, Ecomeals.

Sito Web di Luana Marchese.

behance-logo-grey

Luana Marchese

Illustrazione, Progettazione grafica, Arte digitale

Gallery

Qui in basso una breve gallery dei lavori di Luana!


Please follow and like us:

Condividi!