Seleziona una pagina
1504012_10203116626859416_2137019868_n

Mario De Donno

Oggi al Creativity Portal abbiamo un ospite molto gradito: Mario de Donno di Reputaction Media. Mario è un brillantissimo giovane che ha fatto della sua passione un vero e proprio lavoro. Ama definirsi sognatore, visionario, ama innovare, cambiare, sviluppare progetti che aiutino le persone, le aziende, le organizzazioni a ritagliarsi uno spazio magari in un mondo migliore. Mario ha studiato Ingegneria informatica laureandosi con lode, collabora con PM Community come responsabile dei contenuti e dei sistemi di comunicazione e ha fondato una attività professionale che si chiama “Reputaction Media” una novità sul panorama nazionale. Reputaction Media aiuta le aziende e i professionisti a sviluppare nuove metodologie di business, lavorando sul modello organizzativo e sulle credenze dell’azienda stessa, in modo etico, sostenibile ed innovativo. Al contempo, l’esperienza nella digital communication permette a Mario e a Reputaction Media di aiutare le aziende a saper comunicare sul Web attraverso la realizzazione e allo sviluppo di Siti internet Reputazionali. Una bella opportunità per la nostra community il confronto con Mario, e una bellissima chiacchierata per voi!

 

 

Creativity Portal: Ciao Mario, intanto grazie per la tua disponibilità. La prima domanda la dedichiamo come al solito ad un normalissimo: Chi sei? Cosa fai? Dove? Perchè?

Mario de Donno: Amo definirmi eterno studente. Lo zaino in spalla ho scelto di non abbandonarlo mai. Tutt’ora quando mi presento da un cliente non uso la 24 ore, ma il mio zaino con tutto l’occorrente. Se non altro è più capiente di una 24 ore. Il motivo di questa scelta risiede nel mio modo di essere, curioso e sognatore, proprio come uno studente. Il mio lavoro è nato per passione e dedizione. All’età di 10 anni ho comprato il mio primo computer con ben 1.100.000 Lire. Ho risparmiato lira dopo lira per raggiungere questo obiettivo. Da li ho cominciato ad amare il mondo del computer e del digitale. Già a quell’età credevo che internet fosse il vaso di pandora. Immaginavo portali come wikipedia, motori di ricerca come Google, la possibilità di imparare in e-learning e la possibilità di vendere con gli e-commerce. Erano i sogni e le immaginazioni di un bambino, che oggi ho potuto descrivere con parole che tutti conosciamo, ma qualcuno, nel frattempo, le ha realizzate. Oggi con sede a Bari, mia città natale, opero principalmente in Puglia. Sono fiero e ben contento di poter partire dalla mia terra per esportare in tutta Italia il mio sapere e il mio saper fare. Mi occupo di comunicazione e tecnologia applicata, per lo sviluppo delle imprese in modo ETICO, SOSTENIBILE ed INNOVATIVO. La mia missione è rendere questo mondo un posto migliore.

 

Creativity Portal:  Oltre alla laurea in ingegneria informatica hai studiato “Data Journalism” e questo, certamente, ha conferito al tuo profilo professionale una certa confidenza con i “contenuti”. Chiaramente il tuo percorso didattico è più specifico e legato al “Gionalismo di precisione”. Puoi spiegarci cosa significa?

Mario de Donno: Lo studio del Data Journalism, con il progetto di “La Stampa”, “Google” e “Wired”, mi ha permesso di conoscere non solo l’aspetto dei “contenuti”, ma tutto il mondo della comunicazione. Fino a quel giorno usavo i social, usavo i motori di ricerca, programmavo, sapevo che esisteva “una roba chiamata SEO”, ma non ne comprendevo le potenzialità. Da li è cominciato il mio percorso di studi in un mondo nuovo e che scoprivo mi appassionava sempre più.

 

Schermata 2016-05-03 alle 17.43.16

Il sito Web Reputazionale

Creativity Portal:  La precisa scelta di denominare l’attività che hai fondato con il nome di “Reputaction Media”. E tra le tue competenze spicca anche quella del “Reputation manager”. Un tema, quest’ultimo, decisamente importante nella comunicazione sul Web. Cosa puoi dirci a riguardo?

Mario de Donno: Tutti noi oggi dovremmo aver cura della nostra reputazione, non solo sul web e non solo sotto l’aspetto professionale. Il marketing, la corporate identity, i mercati sono una battaglia di percezioni e non di qualità o di prezzi come molti credono. Purtroppo chi non la pensa cosi e sceglie di non cambiare idea è destinato ad essere messo da parte. La reputazione io la definisco come la percezione che gli altri hanno di te. Sia essa positiva o negativa non mi interessa, mi interessa che sia esattamente ciò che voglio che arrivi. Prima io e poi i miei clienti, voglio che siano capiti e valutati per quello che sono, per quello che fanno e per ultimo per quello che dicono. Nella comunicazione le parole influiscono solo il 7%, il 55% è azione ed atteggiamento. Purtroppo è impossibile controllare tutti gli aspetti della reputazione per cui ho scelto di occuparmi principalmente dei Social Media e di tecnologia applicata. In questo modo riesco ad unire il background da ingegnere con il dinamismo del manager nella figura del “Reputation Manager”.

 

Creativity Portal:  E la precedente domanda introduce questa. Dalle tue competenze nell’ambito della Web Reputation alla realizzazione di un sito reputazionale. Cosa è un sito reputazionale?

Mario de Donno: Un sito reputazionale è un sito che segue controlli di qualità durante tutto il suo processo di creazione. Nulla viene lasciato al caso. Ogni dettaglio è analizzato e progettato con uno scopo ben preciso. E’ un sito che parla di te e della tua attività con i fatti (55%) e non con le parole (7%).

 

Creativity Portal:  Ormai vale per tutti, ma in alcuni ambiti è ancora più accentuata. L’attenzione alla reputazione sul web è diventata un fattore determinante. Ad esempio nell’ambito del Turismo, delle strutture alberghiere o dei ristoranti già oggi la cosiddetta reputazione è il fattore decisivo. La tendenza sembra confermare che anche per gli altri settori sarà cosi. Quali sono le tue impressioni?

Mario de Donno: Le mie impressioni sono un pò quello che ho detto nelle due domande precedenti. Oggi non possiamo pensare di non essere sul Web, altrimenti non esistiamo, (so che non è una cosa bella, ma purtroppo è la cruda realtà). Oggi non possiamo pensare di essere sul web senza occuparci di come la gente ci percepisce, a cosa la gente ci associa, come la gente parla di noi. Se non dovessimo tener conto di questi fattori sarebbe meglio andare ad “investire” dei soldi al casinò e non nelle nostre aziende, almeno avremmo più probabilità di vincere e vi assicuro che anche nel casinò le probabilità sono basse!  

 

Schermata 2016-05-03 alle 17.43.04

Business Model Canvas

Creativity Portal:  Una delle tue specializzazioni e uno degli studi più approfonditi che hai voluto caratterizzasse la tua attività è il BMC, ovvero Business Model Canvas. Ci spieghi cosa è? E cosa fai?

 

Mario de Donno: Il Business model canvas è uno strumento flessibile e agile per la creazione o l’innovazione di modelli di business. Nella mia agenzia ho combinato questo strumento con altri, al fine di creare un percorso di consulenza, della durata di 50 ore circa, fianco a fianco del team aziendale. Non è un corso dove si partecipa, si impara la tecnica e la si applica (forse) a “casa”. Sono 50 ore di consulenza vera e propria a strettissimo contatto dell’azienda. Preferiamo svolgerlo all’interno dell’azienda stessa per permettere ai partecipanti di lasciarsi andare e focalizzarsi solo sul risultato finale. Noi garantiamo al 100% che alla fine del percorso, il team ne uscirà arricchito di nuove idee o di strategie applicabili da subito. Il percorso di consulenza permette a tutto il team di trovare una strada comune da percorrere, valutare rischi ed opportunità e rimboccarsi le maniche per seguirla. Nel momento in cui il team raggiunge questi obiettivi, il mio lavoro termina.

 

 

bmc-reputactionmedia-3

Business Model Canvas

Creativity Portal:  Innova, cambia, migliora e semplifica. Queste sono le nostre quattro parole per descrivere, nel modo più sintetico possibile, il BMC. Se dovessi trovare le tue “quattro parole” per descrivere come il BMC può aiutare le aziende, quali useresti?

Mario de Donno: Divertente, Creativo, Concreto ed Efficace

 

Creativity Portal:  Da Poste Italiane fino a Gruppo Api, sono tante le aziende prestigiose ad aver adottato questo modello. In che modo il BMC è stato utile a queste aziende? E in generale a che tipo di azienda è rivolto?

 

Mario de Donno: Non ci sono limiti a come è possibile utilizzare uno strumento cosi flessibile ed efficace come il BMC, l’unico limite è la nostra immaginazione e la nostra resistenza al cambiamento. Di come abbiano utilizzato il BMC Poste Italiane e il Gruppo API posso solo immaginarlo, non me la sento di risponderti visto che non ho avuto il piacere di far parte di quel team di lavoro. In generale il BMC è rivolto a tutte le aziende, l’importante è che abbiano la giusta voglia di mettere in discussione le proprie idee e convinzioni. E’ uno strumento che tutte le start-up dovrebbero utilizzare per diminuire il loro tasso di mortalità. Consiglierei di utilizzare lo stesso strumento anche nelle pubbliche amministrazioni, però forse viene meno il requisito del “mettersi in discussione”. Gli unici a cui non lo consiglierei sono i piccoli commercianti fronte strada che non hanno nessuna intenzione di trasformare il loro “lavoro” in un business a 6 marce.  

 

 

bmc-reputactionmedia-1

Business Model Canvas

Creativity Portal:  L’estrema concretezza del modello e il suo approccio “leggero” a tratti divertente grazie all’approccio visuale. Un giusto mix tra praticità e creatività che aiuta il team a lavorare coordinato e motivato. Parlaci anche di questo aspetto.

Mario de Donno: Io non sono un tuttologo e purtroppo non ho le risposte a tutte le domande che le aziende oggi devono affrontare. Senza l’unione e la coesione del team che partecipa al percorso di consulenza, non si potrebbe fare nulla. Sono loro a conoscere il mercato, sono loro a vivere l’azienda tutti i giorni, sono loro i protagonisti del lavoro. Io posso aiutare il team a riflettere su aspetti critici e mettere in campo idee e suggerimenti nati dalla mia esperienza e dai miei studi continui, ma le decisioni più importanti le può prendere solo e soltanto il team che lavora al suo BMC. L’approccio leggero e divertente penso sia fondamentale in qualsiasi processo di apprendimento e di produzione, soprattutto se si fa un lavoro creativo. Divertirsi insieme, non solo crea relazioni più solide ma permette al team di mantenere la mente fresca e reattiva. Proprio per facilitare questo lavoro, non faccio mai durare gli incontri più di 3 ore consecutive.

 

Creativity Portal:  L’ultima domanda la riserviamo alle attività del futuro. Quali sono i tuoi obiettivi? Che cosa ti piacerebbe sviluppare? Su quali idee ti piacerebbe lavorare?

Mario de Donno: Per il futuro ho progetti molto ambiziosi. Partendo dalla mia agenzia, mi piacerebbe poter seguire a stretto contatto tutte le realtà aziendali italiane avendo sedi operative sparse in tutte le regioni. In parallelo mi piacerebbe aprire campi scuola per ragazzi dai 10 ai 16 anni per insegnare materie classiche in modo divertente ed innovativo, permettendo loro di capire e seguire con più consapevolezza la strada del Digital….ma questa storia la raccontiamo un’altra volta.

 

Creativity Portal:  Una bella chiacchierata oggi al Creativity Portal. La comunicazione tiene conto di milioni di variabili, l’esperienza di Mario e di Reputaction media sono una testimonianza di come fare della buona presenza sul Web passi talvolta da temi sottovalutati e poco valorizzati ma che invece rivestono un’importanza vitale. La redazione.

Sono un professionista: ascolto le tue esigenze, le trasformo in risultati da raggiungere. Mi occupo della tua reputazione , diventando il tuo consulente aziendale, attraverso l’uso delle mie competenze e della mia esperienza.

Sono pronto a prendermi cura dello sviluppo della tua impresa, mettendo al tuo servizio le mie idee, progettando e sviluppando per te in modo etico, sostenibile ed innovativo. E non solo.

Riesco ad essere creativo laddove è necessario, ad essere propositivo se producente, organizzato e disponibile alla crescita personale e professionale.

Specializzazioni: Social Media, Web Design & Development, Business Design

ReputactiON Media

Mario De Donno

Gallery Lavori

Qui in basso una breve gallery dei lavori di Mario e alcune foto in aula, impegnato nei progetti di Business Model Canvas

Vuoi saperne di più sul Business model Canvas e sul sito reputazionale?

Creativity Portal e ReputactiON media hanno registrato un breve Webinar che spiega le potenzialità del sito reputazionale e del Business Model Canvas. Accedi gratuitamente.

Webinar gratuito.
Please follow and like us:

Condividi!