Seleziona una pagina
Profilo

Tiziana Menichelli

Ci verrebbe da darle del lei. Ci verrebbe da darle del lei perché rappresenta uno dei punti fermi della creatività italiana e per noi averla qui al Creativity Portal è un vero e proprio onore. Ci verrebbe da darle del lei, ma non lo facciamo perché sappiamo che si arrabbierebbe e perché alla creatività si da del tu. Oggi abbiamo l’onore di ospitare Tiziana Menichelli, Art Director e designer di Roma che vanta esperienze di collaborazione con alcune tra le più importanti agenzie del mondo: da Saatchi&Saatchi a Grey Worldwide fino a Lowe and Partners, per citarne alcune. Esperienze che hanno costituito parte della sua carriera professionale e che poi, come naturale e logica evoluzione, hanno posto le basi per la costituzione di Design District.

Design District è specializzata nella comunicazione istituzionale, brochure design, brand identity, web, digital design e illustrazione. Un’attività professionale che ha come fulcro la creatività e porta avanti progetti di comunicazione seguendone l’intero processo: dal concept allo sviluppo digitale o stampa.

Difficilmente ci lanciamo in considerazioni personali, ma stavolta è doveroso per noi segnalare il suo entusiasmo fervido e appassionato verso il suo lavoro. Un entusiasmo che è figlio di un atteggiamento positivo, vivo. E quando la competenza incontra l’esperienza e poggia su un atteggiamento entusiasta, proattivo e coraggioso, la creatività trova la sua primavera in un germoglio di successi. Ci batteremo sempre: l’atteggiamento fa la differenza. Siamo molto contenti di avere nella nostra famiglia di creativi, un professionista che come Tiziana rappresenta il perfetto esempio di atteggiamento giusto, un esempio per tutti noi, una fonte da cui attingere coraggio.

 

Listen

Listen

Creativity Portal:  Ciao Tiziana intanto grazie per la tua disponibilità. Ci ripetiamo: una delle sensazioni che abbiamo maggiormente accolto conoscendoti è appunto questo entusiasmo, davvero contagioso, davvero sorprendente, davvero, purtroppo, raro. Quell’entusiasmo che rappresenta proprio la base per intraprendere una collaborazione, un progetto, un lavoro, la vita quotidiana. Questa prima domanda riguarda te e la tua sfera più personale: chi è Tiziana Menichelli?

Tiziana Menichelli: Prima di tutto grazie di avermi dedicato questo spazio. Hai ragione, mi piace tanto questo lavoro e spesso, per me, la sfera personale e quella professionale si mescolano, al punto che a volte i miei clienti diventano miei amici e i miei amici più cari sono colleghi che stimo moltissimo.

Il lavoro di un art, qualche volta, è lungo e faticoso, richiede ricerca e pazienza, per cui l’entusiasmo è d’obbligo e il divertimento necessario. A me succede spesso che anche i viaggi siano dettati da curiosità professionali oppure che, se sono a corto di idee per un progetto, io usi la sfera personale come risorsa, seguendo un interesse, andando in libreria o a fotografare la street art che mi piace molto.

È importante staccarsi da computer e dispositivi per osservare il mondo e le persone, che sono destinatari del nostro lavoro.

 

 

http://www.designdistrict.eu/

http://www.designdistrict.eu/

Creativity Portal: Abbiamo scritto delle tue esperienze presso alcune delle agenzie più prestigiose e di fama internazionale. Poi, nel 2007, l’idea di avviare Design District. Come è nata questa tua idea? Dai dai, siamo in famiglia, qualche aneddoto? Qualche curiosità?

Tiziana Menichelli: Le esperienze in agenzia sono state davvero significative, soprattutto per aver conosciuto creativi eccezionali, però purtroppo non amavo molto quella vita e alcune sue dinamiche. Così sono diventata free-lance. Per fortuna ho iniziato a collaborare con agenzie dal nome più importante di quella da cui ero uscita. Dopo le agenzie, praticando l’affidabilità come una religione, sono arrivati i clienti diretti e c’è stato in seguito qualche passaparola particolarmente fortunato.

Nel 2007 ho deciso di dare un nome alla mia attività ed è nato Design District, con un viraggio fiscale come piccola impresa, che mi ha consentito di agevolare le aziende. Mi sono presa carico di un peso fiscale maggiore, ma questo mi ha permesso di attraversare quasi indenne questa lunga crisi.

La ricerca di clienti diretti è tuttora il mio unico obiettivo, trovo estremamente stimolante avere rapporti con le aziende o con singoli professionisti, ascoltare e capire a fondo filosofie e approcci al mercato.

 

 

designdistrict_CinecittàEventi2

Visual concept e brochure di presentazione delle location per eventi di Cinecittà Studios.

Creativity Portal: Design District segue progetti nell’ambito della comunicazione sotto tutti gli aspetti. Spiegaci più dettagliatamente quali sono le tue attività? E quali sono tipicamente i tuoi clienti?

Tiziana Menichelli: I miei clienti sono aziende, imprese e anche singoli professionisti e la mia attività principale è creare visual concept, da applicare ad un intero processo di comunicazione. La cosa che più mi piace fare, a tutti i livelli di complessità, è la comunicazione istituzionale, perché credo che un’azienda, o anche un singolo, quando riesca a chiarire la propria filosofia, riesce anche ad articolare un valido discorso sui prodotti. Occorre partire dalla qualità di un contenuto astratto perché il prodotto fisico diventi esso stesso contenuto.

In generale, nella comunicazione istituzionale, cerco di far fuggire i miei clienti dalla banalità di parole come “vision” e “mission” e li porto giù in profondità, dove c’è la sostanza e la chiarezza del marketing. Sono queste le basi concettuali di ogni attività a seguire, dall’annuncio stampa al web, dalle app alla presenza sui social, non importa dove ma cosa dici. Sembra banale ma, invece, non sempre le aziende mettono a fuoco la loro stessa filosofia.

Insomma, forse si sarà capito che mi piace lavorare su contenuti di qualità che – uniti a un design rigoroso – prendono infine forma come soggetti visual/copy, da applicare ovunque.

 

 

DesignDistrict_Metaenergia12

Brochure istituzionale. Metaenergia opera nel mercato libero dell’energia, fornendo elettricità, gas naturale e piani di efficienza energetica.

Creativity Portal: Il tuo percorso professionale è in continua crescita e ha passato diverse fasi. Poggia, tra l’altro, su percorsi formativi notevoli: dallo IED con lo studio di Graphic Design, fino agli studi di Storia dell’Arte presso l’Università di Roma Tre, per passare poi da corsi di scrittura creativa e social media marketing. Esperienza + Formazione, oggi, fanno di Tiziana Menichelli, dal punto di vista professionale, un profilo maturo?

Tiziana Menichelli: Lo studio costante è necessario, anzi direi che è una forma di rispetto per i clienti che ascoltano i nostri consigli.

Io volevo esprimermi e comunicare, quindi non potevo che studiare arti visive, così la prima tappa è stata il Liceo Artistico Ripetta di Roma, un luogo unico, dove ho imparato a osservare e ad usare colori e materiali.

In seguito lo IED è stata una rivelazione che mi ha dato un indirizzo importante su cosa fare nella vita.

L’università, la Storia dell’Arte, è arrivata solo più tardi, quando lavoravo già da alcuni anni, perché sentivo il bisogno di ricollegarmi a ciò che amerò sempre. Più tardi, il corso di scrittura creativa, mi ha dato la capacità di maneggiare i concetti con più disinvoltura. Poi ci sono stati i corsi più svariati, come la fotografia, il marketing, l’inglese, che sono “effetti collaterali” del nostro mestiere.

Ultimamente trovo lo studio dei Social Media indispensabile, quindi partecipo agli eventi formativi dove mi diverto perché incontro persone nuove, ma senza entusiasmarmi alla materia, lo confesso. Infine in questo periodo sto studiando il digital publishing.

MelarossaApp

MelarossaApp

Creativity Portal: E’ inevitabile. Ci siamo spinti sin all’interno del tuo portfolio conoscendo più approfonditamente i tuoi lavori. Ci ha colpito il tuo stile impattante e acceso e, allo stesso tempo, l’essenzialità e il minimalismo (temi a noi tanto cari). Una domanda che ci piace porre ai creativi che incontriamo: Quanto è difficile semplificare ed essere essenziali nella comunicazione, in un mondo così complesso? E così denso di tante informazioni?

Tiziana Menichelli: Il design è di per sé sintesi, questo il cliente spesso lo recepisce. Quando mi chiedono qualcosa che non risponde all’essenzialità che per me deve avere il design, faccio ricorso al tema fondamentale della perdita di autorevolezza che un messaggio può subire. Perché, in fondo, si tratta proprio di correre questo tipo di rischio.

Sulla quantità delle informazioni, invece, li richiamo alla semplicità come tema strategico fondamentale, perché spesso la gente non legge, però guarda.

Rimanere minimalisti è funambolico, non sempre ci riesco perché, c’è anche da dire, un cliente ha bisogno di sentirsi a suo agio nella creatività che tu confezioni per lui, non puoi cucirgli indosso quella che tu pensi sia una bella giacca. Quindi diciamo che il punto di vista del cliente indica spesso qualcosa che tu non hai visto.

Ho fatto moltissimi restyling nella mia vita: il meccanismo creativo più valido è quello di immedesimarsi nel cliente, capirlo e interpretarlo esteticamente. Questo è professionale.

La peggiore situazione per un creativo non è quella in cui il cliente impone “barocchismi” belli o brutti, ma quella in cui tu sai che lui sta commettendo un errore di comunicazione, che si ripresenterà in seguito e per sempre, diventando un blob.

 

 

Expo

Un tributo personale ad Expo Milano 2015.

Creativity Portal:  Nello specifico siamo rimasti davvero colpiti e abbiamo ammirato moltissimo il tuo lavoro per Expo 2015. Un progetto dove si “toccano” le tue esperienze nel copywriting e le tue abilità nei progetti grafici per la comunicazione aziendale. Parlaci di questo lavoro: ogni aneddoto e dettaglio è gradito ovviamente!

Tiziana Menichelli: Expo mi ha fatto venire voglia di comunicare una mia idea. Naturalmente non è un lavoro commissionato, ma un mio messaggio. Ho creato un visual concept, che ho postato sui social, al quale ho associato un logo che è la sua trasposizione grafica. Ho fatto stampare alcune magliette e ho comprato alcune moleskine che ho personalizzato io stessa per regalarle ai miei clienti: semplice ed economico. Era il momento delle polemiche su Expo e invece per me il tema “nutrire il pianeta” era molto bello e significativo. Con quel visual ho voluto legare al cibo il tema della libertà, una mini-operazione, quella di “Design District loves Expo”, per dire la mia e divertirmi

 

 

 

“Uomini in un mondo colorato”

“Uomini in un mondo colorato” è il concetto creativo per questa brochure che presenta i prodotti bancari BNL al Mercato dei Privati. Photographer: Marco Girolami

Creativity Portal:  Difficile poter scegliere alcuni dei tuoi lavori. Certamente però non possiamo non menzionare tutta la tua collezione di loghi che hai realizzato per diversi clienti e il lavoro creativo fatto per BNL e per Cinecittà, per citarne un paio. In questi lavori è molto forte proprio quella ricercatezza di essenzialità e di minimalismo che quindi detta una forte coerenza da come ti presenti a come poi esprimi la tua creatività. Quanto è difficile poter rimanere semplici e, allo stesso tempo, soddisfare tutte le richieste dell’azienda che ti offre l’incarico per un progetto di brand identity? Insomma è una bella responsabilità interpretare l’identità di un’azienda sin dal proprio logo no?

Tiziana Menichelli: Ho disegnato loghi molto semplici e loghi più “narrativi”, vanno bene tutte e due le strategie progettuali. Io le propongo entrambe e poi, nella fase più avanzata, cerco di semplificare.

I clienti che hai citato sono stati delle vere case history. Per BNL ho fatto un lunghissimo lavoro di restyling, creando un nuovo format grafico per la comunicazione e riuscendo a cambiare persino il colore aziendale. Tutto questo unito alla creazione di numerosi visual concept per la comunicazione sui prodotti bancari. Dopo la loro fusione con i francesi di BNP Paribas, mi sono occupata di creare loghi per eventi aziendali, come il loro primo BNL Day.

Per Cinecittà ho curato soprattutto la comunicazione relativa alle loro location per eventi.

Un’esperienza magnifica, perché quei set e quei luoghi, costruiti per grandi e storiche produzioni cinematografiche, hanno una magia ispiratrice. Anche in questo caso ho creato un nuovo format grafico e alcuni visual concept.

 

 

 

Italo

Materiali di comunicazione e informazione destinati ai clienti dei punti “Casa Italo” – In collaboration with Lowe and Partners.

Creativity Portal: Siamo spesso in giro. E da quando Calatrava ha reso fattibile il progetto della stazione mediopadana qui a Reggio Emilia, siamo particolarmente avvezzi a prendere i treni dell’alta velocità. E chi lo avrebbe mai detto che dietro quei famosi flyer che abbiamo avuto spesso tra le nostre mani fossero frutto della tua creatività. Un progetto, quello per ITALO treno in collaborazione con Lowe and Partners. Parlacene un po’.

Tiziana Menichelli: Quando Lowe mi ha proposto di collaborare su questo progetto ho detto subito di sì, perché mi interessava partecipare al lancio di una compagnia privata per l’alta velocità, ossia un sasso nello stagno di un mercato fermo da sempre. Il mio incarico era relativo ad alcuni dei materiali in distribuzione nei punti Casa Italo. Ho lavorato su un format grafico derivato dalla campagna stampa e credo di averlo interpretato molto bene. I ritmi sono stati parossistici, ma per fortuna ho lavorato con un gruppo account molto valido.

 

 

Study for a new technique, inspired to Tamara

Study for a new technique, inspired to Tamara

Creativity Portal:  Sempre indagando sul tuo sito abbiamo conosciuto e ammirato l’area “My Lab”. Una raccolta di illustrazioni dall’alto tasso artistico. Parlaci di questi progetti.

Tiziana Menichelli: In realtà io nasco come illustratrice ad aerografo, mi appassionava molto l’iperrealismo e facevo illustrazioni e ritratti piuttosto realistici. Ho anche illustrato due poster per una galleria di manifesti,

l’Image, molto famosa a Roma. Inoltre ho vinto un concorso per il francobollo di una compagnia del Gruppo Eni, proprio con un soggetto ad aerografo che aveva come tema il gas.

Oggi faccio illustrazioni digitali come forma di laboratorio creativo, ecco il perché del My Lab, sono studi di stile e ritratti. Ultimamente ho creato un character, una ragazza un po’ svampita con un cane, con cui illustrare l’agenda 2015 per un cliente. Chissà che da questo personaggio, di cui ho tenuto i diritti, non nasca qualcosa.

 

 

Brochure istituzionali e Poster per affissione interna per le divisioni Eni Gas & Power ed Eni Exploration & Production.

Brochure istituzionali e Poster per affissione interna per le divisioni Eni Gas & Power ed Eni Exploration & Production.

Creativity Portal: Parliamo di futuro. Ne parlavamo l’altra volta: dal digital publishing alle nuove tecnologie per comunicare il proprio brand sul Web. La creatività corre sempre di più verso le evoluzioni digitali, talvolta, ahinoi, non sempre migliorandosi. Come credi che cambierà il modo di comunicare in futuro? E, tornando alle tue attività, quali sono i tuoi prossimi obiettivi?

Tiziana Menichelli: È difficile dire come cambierà il modo di comunicare, ma forse non è importante il come, ma piuttosto che cosa comunicheremo. ”Coinvolgere emotivamente” il pubblico è oggi il tema fondamentale del marketing, vedi l’uso dei social, lo storytelling e il prodotto vissuto come “esperienza”. Penso che tutto questo si saturerà perché, si sa, il pubblico è volubile. Credo che ricominceremo a parlare di sostanza, di qualità del prodotto e supereremo la necessità di essere indotti a emozionarci per comprare un pacco di biscotti.

E poi, in fondo, il futuro non esiste, si costruisce con le azioni nel presente, quindi forse possiamo lavorare tranquilli, cercando di proporre messaggi etici, senza suggerire stili di vita improbabili.

Il mio prossimo obiettivo è sempre lo stesso: sviluppare la mia educazione visiva attraverso temi concettuali. Ad esempio, prendi l’energia, il benessere, la forza: sapere tutto ciò che c’è da sapere su un tema specifico, su come rappresentarlo, raccogliere immagini su qualcosa che non si vede, creare visual e testi. Penso sia molto utile essere pronti se si vuole fare business.

 

Creativity Portal: Avremmo voluto proseguire questa chiacchierata per ore perché è ghiotta l’occasione di poter interloquire con un professionista del valore di Tiziana. L’essenza della creatività, la spinta del talento e la formazione talvolta non sono sufficienti se non legati alla passione per il proprio lavoro e soprattutto a quell’entusiasmo a cui abbiamo fatto riferimento prima. Tiziana Menichelli, e lo scriviamo con grande sincerità, è l’esempio perfetto di tutto ciò. Orgogliosi.

 

La redazione.

Tiziana Menichelli è Art Director e Designer. A Roma, per alcuni anni, ha collaborato con agenzie di pubblicità, italiane e internazionali, come Saatchi & Saatchi,
Grey Worldwide, Lowe and Partners, SPQR Brand Portal, Verba e altre.
Nel 2007 ha creato Design District, Communication & Strategic Design, iniziando un’attività di consulenza e di supporto creativo per le aziende.
Dd è specializzata in comunicazione istituzionale e di prodotto, in immagine coordinata e branding, in web e digital design. L’intero processo di comunicazione viene seguito a cominciare da creatività e design, fino alla produzione stampa e allo sviluppo digitale. Tra le attività creative ci sono anche l’illustrazione digitale e il copywriting.
Il buon design influenza profondamente il business. L’efficacia e il valore stesso di un contenuto di comunicazione dipendono in massima parte dal suo profilo estetico.
[Diplomata presso il Liceo Artistico “Via di Ripetta” Roma, Tiziana Menichelli è anche diplomata in Graphic Design presso lo IED, Istituto Eurpeo di Design di Roma.
Ha inoltre frequentato la Facoltà di Lettere Roma Tre, indirizzo Storico Artistico. Nel suo percorso formativo c’è la Scrittura Creativa e il Social Media Marketing].
Tiziana Menichelli

Art director, Design District Web Site

Gallery Lavori

Qui in basso una breve gallery dei lavori di Tiziana

Please follow and like us:

Condividi!